martedì 22 luglio 2014

Cossignano Medioevo Festival

Da venerdì 25 a domenica 27 luglio 2014, presso il Piazzale Europa, dalle ore 19.30, si apre il sipario sull’undicesima edizione del Cossignano Medioevo Festival con la SAGRA MEDIEVALE “Gli antichi sapori del castello”, una sagra del gusto e delle tradizioni con piatti tipici del tempo: affettati, zuppa di farro in ciotola di pane, polenta con funghi salsicce e tartufo, zuppa di lenticchie, spezzatino di maiale con mele e arance, arrosticini di castrato e “VinodiVino”, la migliore selezione di vini da vitigni autoctoni come Pecorino, Passerina e Rosso Piceno Superiore. In particolare sabato 26 luglio si svolgerà al Centro Storico la FESTA MEDIEVALE “Al Castellum Martis” A.D. MMXIV con ritmi, animazioni e spettacoli ad opera degli Sbandieratori e Musici “Sestieri di Porta Romana”, dei carcerati della Banda del Torchio, dei Frati cercatori e la loro taverna. Inoltre giochi medievali, arti e mestieri, cartomanti, cantastorie e lebbrosi, spettacoli di danze medievali e mangiafoco ed infine, spettacolo finale “INCANTO” a cura della “Compagnia Dei Folli” di Ascoli Piceno, teatro di strada e d’immagine. Al termine fuochi pirotecnici a cura di Coccia FIREWORKS. L’ingresso è libero.

lunedì 21 luglio 2014

Cena medievale a Linguaglossa (CT)

Venerdì 25 luglio 2014 Cena Medievale all'altro Royal - Linguaglossa (CT)
Prenotazione obbligatoria:
info e prenotazioni 095.643058
Gradito l'abito a tema!
Esibizione musicale a cura della Compagnia La Giostra !

venerdì 18 luglio 2014

La Tavola di Bisanzio a Baiso (RE)

Una festa d’altri tempi nel bel mezzo dell’estate. Sabato 19 e domenica 20 luglio 2014 Baiso (RE) si addobba con l’ormai consueta veste medievale per la rievocazione storica offerta dalla Tavola di Bisanzio.
Il viaggio nel passato del popolo bizantino inizia sabato alle 16:00 con l’apertura dell’Antico Mercato Medievale lungo le vie del paese, dove negozi aperti e commercianti rigorosamente in costumi d’epoca si uniscono all’atmosfera ricreata dalla “Schola Hominum Burgi”: i banchetti di 30 artigiani ravennati danno vita alle antiche arti e ai mestieri di ricamatrici, tessitrici, armaioli, cestai e rilegatori in mezzo alle grida dei venditori, agli aromi delle spezie e ai colori delle stoffe pregiate. Per una pausa dallo shopping medievale ci sono “I Falconieri del Re” con i loro spettacoli sia di giorno che in notturna dei loro rari esemplari di rapaci, “I Falchi della Secchia”, la compagnia di arcieri che allestisce campi di tiro, i giochi e mestieri di Paolo Neri e i boscaioli della “Contrada di Borgoleto” che regalano antichi scorci di vita quotidiana. Sono ininterrotti fino a tarda sera gli spettacoli itineranti di strada con le rime del menestrello e improvvisatore Fra Ciarlatano, l’animazione di “Antonio e suoi animali da cortile”, le esibizioni a ritmo di trombe e tamburi degli sbandieratori della “Contrada della Corte” e i ritmi indemoniati dei “Barbarian Pipe Band”, gruppo musicale tra il folk e il rock metal.
Dalle 18.00 aprono le porte “La locanda dei golosi” in Piazza Nilde Iotti, “La Locande del viandante” e “L’Osteria dei briganti” nel Piazzale Centro Civico: il giusto ristoro potendo scegliere tra pizza e piadine, grigliate, tigelle e gnocco fritto, barzigole e rosticini di Bisanzio e particolarità come i maltagliati al sugo di cinghiale.
Quando cala la sera e i banchetti del mercato sono illuminati da candele e lanterne, arriva il momento di buttarsi, dalle ore 21.00, “Sulle rotte del giullare” con lo spettacolo della compagnia “Iannà Tampè”: saltimbanchi, sputafuoco e giocolieri uniscono il loro teatro sperimentale a evoluzioni acrobatiche derivanti dall’antica arte marziale indiana del “kalaripayatt”. Magie ed esibizioni col fuoco sono assicurati anche dagli “Sbandieratori Contrada della Corte di Quattro Castella” con lo spettacolo “Ignis pestis 1347”.
Stessi animatori e protagonisti anche la domenica, giornata impreziosita, a partire dalle 18.00, dal Corteo Storico che sfila per le vie di Baiso: nobili e figuranti, guardiani e cavalieri, boscaioli e contadini tutti in fila dietro i grandi protagonisti Giustiniano e Teodora, Imperatore e Imperatrice di Bisanzio. Proprio coloro a cui spetta l’apertura, alle 19.00 in Piazza Don Dossetti, della Tavola di Bisanzio, la tradizionale cena bizantina a base di carne di pecora.
Un programma ricco, che sfida le difficoltà della crisi grazie all’impegno di un intero paese che suona come gesto d’amore per le tradizioni, la storia locale e il territorio. Un atto di rispetto per conservare il passato, farlo rivivere nel presente e consegnarlo come identità intramontabile alle generazioni future.
Anche  quest’anno La Tavola di Bisanzio è il risultato dell’impegno, della collaborazione, della capacità di lavorare insieme , di tutte le associazioni di Baiso, del volontariato e della partecipazione spontanea di intere famiglie, che con eccezionale disponibilità hanno affiancato l’Amministrazione Comunale nella organizzazione di questo importante evento.
L’Amministrazione Comunale e l’assessorato al Turismo intende ringraziare tutti gli sponsor, e volontari, che hanno dimostrato interesse e fiducia nella manifestazione, offrendo il proprio prezioso contributo.

giovedì 17 luglio 2014

"Castel del Monte, manuale storico di sopravvivenza" presentato a Andria

Sabato 19 luglio 2014 alle ore 19,30 all'Officina San Domenico di Andria (BT) si terrà la presentazione del libro "Castel del Monte, manuale storico di sopravvivenza" di Massimiliano Ambruoso con prefazione di Franco Cardini.
Con l'autore converserà Giuseppe Losapio  (Associazione Centro Studi Normanno Svevi).
Cos’è in realtà Castel del Monte? Perché fu costruito su quella collina, con quella forma ottagonale? Era davvero un edificio completamente isolato, privo di difese e inabitabile?
Ma, soprattutto, era veramente un castello o, come si afferma da più parti, un tempio, un osservatorio astronomico, un hammam o struttura termale?
Il volume, un vero e proprio “manuale di resistenza”, contro le deformazioni antistoriche di ricercatori improvvisati e di appassionati “cacciatori di scoop”, cerca di rispondere a queste domande ripercorrendo la vera storia di Castel del Monte, restituendo il castello più fascinoso e interessante tra quelli ordinati da Federico II, alla sua e alla nostra storia.
Il volume è arricchito da un’appendice di Anna Castriota, docente di Politics presso il St Clare’s College di Oxford, dal titolo Il Manoscritto numero 408 o Codice Voynich: tra verità e mito.

martedì 15 luglio 2014

Giornate Medioevali di San Marino

Pronti a rituffarsi nella storia con le Giornate Medioevali di San Marino, distribuite - secondo una formula che si è rivelata vincente - in due weekend a partire da sabato 19 e domenica 20 luglio e poi quello successivo, da venerdì 25 a domenica 27 luglio 2014. Sulla scia dei buoni risultati ottenuti nel 2013 in termini di presenze, le premesse per fare bene ci sono anche quest'anno: un progetto valido, su cui lo Stato ha tanto investito e “che si affida a forze tutte sammarinesi – fa notare il Segretario per il Turismo - ricreando un prodotto tutto nostro”. In qualità di regista, Philippe Macina riprende le redini della manifestazione dopo quattro anni, garantendo un programma ancor più ricco di animazione con un migliaio di figuranti, accampamenti che fanno del centro storico, un parco tematico medievale a cielo aperto. Oltre alla fondamentale partecipazione dei gruppi storici sammarinesi - Balestrieri; I Fanciulli e la Corte di Olnano e la Compagnia dell'Istrice impegnati in scene di vita medievale alla Prima Torre; il gruppo Arte e Mestieri di Montegiardino, la Cerna dei Lunghi Archi - tra le novità spicca la presenza di un gruppo di arcieri ungheresi nel primo weekend; e nel secondo, l'allestimento del Tunnel del Terrore che si dipanerà lungo Contrada Santacroce all'imbrunire. Cava dei Balestrieri e Parcheggio 6, i due punti di riferimento per gli spettacoli. Come sempre, menù medievali proposti da 16 ristoranti e pacchetti soggiorno accattivanti proposti dal Consorzio San Marino 2000. "Nonostante i minori finanziamenti – sostiene il Direttore dell'Ufficio del Turismo, Gloria Licinii – il livello della manifestazione è comunque altissimo". Durante le Giornate Medioevali, inoltre, i Musei e Palazzo Pubblico rimarranno aperti, segno di totale coinvolgimento con l'iniziativa. Dal Segretario Lonfernini anche un ringraziamento alle Aziende dei Servizi, dei Lavori Pubblici e a tutto il personale dell'Ufficio del Turismo per il grande lavoro svolto nell'organizzazione dell'evento.

lunedì 14 luglio 2014

X Palio di San Martino a Borno (BS)

Immaginar di venir calati nel XIII secolo, in un borgo che gia di per sé offre emozioni per lo splendore della cornice naturale in cui è incastonato… poter vivere da dentro l’atmosfera storica ricreata, assistendo a giochi insoliti per il nostro tempo ma vissuti con accanimento e spirito di vittoria da tutte le sei contrade.
Calpestar paglia ovunque… illuminare gli occhi con le luci del fuoco, assaggiare i sapori di qul tempo, deliziar l’orecchio con musiche e suoni d’altra epoca…
E’ un palio storico e prevede 15 giochi in un continuo susseguirsi di gare… fin a tarda sera del sabato, dopo aver banchettato nella storica piazza e poi le lizze serali e li suoni delli musici…
per riprendere con i giochi della domenica, i tamburi e le cornamuse… e le contrade…è il Palio di San Martino…
ammirarlo e viverlo!
Venerdì 18, sabato 19 e domenica 20 luglio 2014 va in scena a Borno (BS) in Valle Camonica il X Palio di San Martino.
Info e programma nel sito ufficiale del Palio.

domenica 13 luglio 2014

Da Solto Collina a San Francesco. Un percorso di studio di Chiara Frugoni

L'ultimo libro di Chiara Frugoni
Venerdì 18 luglio 2015 alle ore 21,00 presso Palazzo Manzoni (Via A. Manzoni) a Barzio (LC), Chiara Frugoni terrà una conversazione su “Da Solto Collina a San Francesco. Un percorso di studio di Chiara Frugoni”. L’iniziativa è promossa dalla Biblioteca Comunale di Barzio con la collaborazione del Punto Einaudi di Lecco.
Chiara Frugoni è tra i più autorevoli studiosi del Medioevo. Perché il titolo “Da Solto Collina a San Francesco. Un percorso di studio di Chiara Frugoni”? Chiara Frugoni ha pubblicato l’anno scorso da Feltrinelli il libro “Persino le stelle devono separarsi”, libro al quale lei è molto affezionata. Solto Collina è un paese in provincia di Bergamo dove ha trascorso tanta parte della sua infanzia e dove torna tutte le estati. San Francesco è il protagonista di molti suoi studi, tanto da essere diventata la maggior esperta del santo.
Chiara Frugoni ha insegnato Storia medievale all'Università di Pisa, Roma e Parigi. Ha pubblicato numerosi saggi sulla figura di san Francesco, tra cui: Francesco e l'invenzione delle stimmate («ET Saggi», premio Viareggio per la saggistica 1994), Vita di un uomo: Francesco d'Assisi («ET Saggi») e Storia di Chiara e Francesco (Frontiere 2011). Presso Einaudi ha inoltre pubblicato: La Cappella degli Scrovegni di Giotto («ET Saggi» 2005), La cattedrale e il battistero di Parma («ET Saggi» 2007) e L'affare migliore di Enrico. Giotto e la cappella Scrovegni («Saggi» 2008), La voce delle immagini. Pillole iconografiche dal Medioevo («Saggi» 2010) e Le storie di San Francesco. Guida agli affreschi della Basilica superiore di Assisi («ET Saggi» 2010). Tra i suoi libri: Storia di un giorno in una città medioevale (Laterza 1997); Mille e non piú mille. Viaggio fra le paure di fine millennio, con Georges Duby (Rizzoli 1999); Due papi per un giubileo. Celestino V, Bonifacio VIII e il primo Anno Santo (Rizzoli 2000); Medioevo sul naso. Occhiali, bottoni e altre invenzioni medievali (Laterza 2001); Da stelle a stelle. Memorie di un paese contadino (Laterza 2003); Una solitudine abitata: Chiara d'Assisi (Laterza 2006). I suoi libri sono tradotti nelle principali lingue europee, oltre che in giapponese e in coreano.

sabato 12 luglio 2014

Cena Medievale a Osasco (TO)

Sabato 19 luglio 2014 alle ore 20,00 presso l'Agriturismo Le Quattro Torri a Osasco (TO) cena medievale con presentazione cena, introduzione storica sull’ alimentazione nel medioevo e intermezzo con antichi fatti d’arme a cura di Granpasso e l’Associazione storica/scherma medievale “Il Cerchio di Ferro”.
PRIMA PORTATA
Frutta fresca e insalata
SECONDA PORTATA
Lasagne speziate
Brodetto di cipollotti e bietole
-VINI: bianco fresco o chiaretto speziato
TERZA PORTATA
Maiale arrosto al vino rosso
Pollo all’arancia
QUARTA PORTATA
Torte salate di erbe

-VINI: rosso della casa
QUINTA PORTATA
Budino
SESTA PORTATA
Tagliere formaggi e Frutta candita
SETTIMA PORTATA
Spezie candite

-VINI: ippocrasso
€ 35,00 (Solo su prenotazione entro giovedì 17 luglio)
Contatti : 329 15 32 688 - 340 72 95 815

venerdì 11 luglio 2014

A spasso per la Viterbo dei cronisti medievali

“Orgoglio medievale - a spasso per la Viterbo dei cronisti medievali” è il titolo della nuova passeggiata-racconto allestita da Antonello Ricci in collaborazione con “Tesori d’Etruria - Viterbo Sotterranea”. Con la partecipazione di Pietro Benedetti e Olindo Cicchetti e le percussioni di Roberto Pecci, va in scena un’imperdibile racconto itinerante che si snoderà per strade, vicoli e piazze del centro romanico della città.
L’appuntamento è per venerdì 11 luglio 2014 alle 21.30 al ponte di Paradosso, la passeggiata si concluderà con una degustazione di prodotti tipici nei locali di Viterbo Sotterranea, a piazza della Morte. L’iniziativa si svolgenell’ambito del programma di Ludika 2014, quota di partecipazione dieci euro, si consiglia la prenotazione allo 0761.220851.