martedì 30 settembre 2014

La regia abbazia di San Costanzo

La regia abbazia di San Costanzo.
L'età medievale: istituzioni, cultura, arte.
Sabato 4 e domenica 5 ottobre 2014.
Info e programma completo nel sito della Società di Studi Storici della Provincia di Cuneo.

lunedì 29 settembre 2014

XXIV Edizione di Castelli Aperti del Friuli Venezia Giulia

Castello di Villalta
È ormai uno degli eventi più attesi dell’autunno: sabato 4 e domenica 5 ottobre 2014 torna Castelli Aperti. Grazie all’attività del Consorzio per la Salvaguardia dei Castelli Storici del Friuli Venezia Giulia, questa è la 24° edizione della manifestazione che non ha mai smesso di attirare il pubblico sempre più numeroso di chi ama storia, tradizione e fascino antico di questi luoghi.
Sono 17 le residenze storiche che aprono le porte e che coinvolgono tutte le quattro province della Regione: a Trieste il Castello di Muggia, a Gorizia il Castello di San Floriano del Collio e il Castello di Spessa di Capriva, nel pordenonese saranno Palazzo Panigai-Ovio di Pravisdomini e il Castello di Cordovado, mentre in provincia di Udine il Castello di Arcano (Rive d’Arcano), il Castello di Prampero di Magnano in Riviera, il Castello di Villafredda di Tarcento, il Castello di Villalta (Villalta di Fagagna), Casaforte La Brunelde di Fagagna, Palazzo Steffaneo Roncato a Crauglio di S. Vito al Torre, Rocca Bernarda a Ipplis di Premariacco, il Castello di Cassacco, il Castello di Susans a Majano, Palazzo Romano di Manzano, Villa D’Attimis a Strassoldo di Soffumbergo e Villa Kechler de Asarta a Fraforeano di Ronchis. Castelcosa che doveva essere la 18^ dimora ad aprire, purtroppo non può aderire alla manifestazione per motivi di famiglia dei proprietari.
Ogni “castellano” decide in base alla propria sensibilità ed al proprio gusto cosa offrire ai visitatori: ecco allora che le dimore ospiteranno maestri artigiani del territorio, esposizioni e mostre d’arte, speciali degustazioni, presentazioni di libri.

La novità di questa edizione è Villa Kechler de Asarta le cui origini seguono la storia del Feudo di Fraforeano concesso dal patriarca di Aquileia ai Conti di Varmo. Attualmente è di proprietà della famiglia Kechler che l’ha ricevuta in eredità dai de Asarta, illustre famiglia spagnola trasferitosi in Italia intorno al 1700. Da non perdere il magnifico parco della villa che, su una superficie di quasi 3 ettari, si sviluppa attorno a un piccolo lago con 2 isolotti e costeggia in parte l’argine del Tagliamento.
Castello di Cordovado
Si rinnova anche l’appuntamento con il concorso fotografico “Castelli Aperti”: per partecipare è sufficiente inviare le immagini degli esterni dei castelli (aderenti alla manifestazione) alla mail info@consorziocastelli.it entro domenica 12 ottobre. Le migliori 10 foto scelte dal Consorzio saranno condivise sui canali social in modo da essere votate dal pubblico: gli autori delle tre immagini vincitrici saranno invitati a visitare la sede del Consorzio nella Torre di Porta Aquileia a Udine dove verrà loro consegnata in omaggio una serie di volumi a loro scelta tra quelli disponibili pubblicati dal Consorzio.
Le visite partono all’inizio di ogni ora; alcuni castelli saranno visitabili solo domenica, altri sia sabato pomeriggio che domenica con il seguente orario: domenica mattina alle 10, 11, 12, sabato alle 15, 16, 17 e 18 e domenica pomeriggio ogni ora dalle 14 alle 18.
L’ingresso, comprensivo di visita guidata, è di 7 euro per ogni castello, ridotto (3,5 euro) per i ragazzi dai 7 ai 12 anni. Sul sito del Consorzio www.consorziocastelli.it è possibile verificare orari e aperture delle singole dimore e scaricare il programma completo delle due giornate. Si può inoltre contattare la segreteria per prenotare per gruppi superiori a 20 persone (tel. 0432-288588 da lun. a ven. 9-13; visite@consorziocastelli.it).

venerdì 26 settembre 2014

All'ombra dell'Abbazia Federico Barbarossa a Leno

Tra spettacoli e tornei medioevali, banchetti e giullari la storia e la rievocazione si incontrano nella straordinaria manifestazione che sta per animare il paese di Leno, in provincia di Brescia: da venerdì 26 a domenica 28 settembre 2014 il gruppo medievale “In Illo Tempore”, con la collaborazione della Fondazione Dominato Leonense, Fondazione Comunità Bresciana e di Cassa Padana Bcc, metterà in scena la seconda edizione del soggiorno di Federico Barbarossa, il leggendario imperatore del Sacro Romano Impero, presso il monastero benedettino di Leno. 
Ogni gruppo, armati, arcieri, musici e giocolieri, popolani e cialtroni, bari e stroleghi, mostrerà al sovrano Barbarossa e ai presenti le proprie abilità: dimostrazioni di tiro con l’arco, esercitazioni di spada, farandole scatenate al suono di cornamuse e tamburi.
I visitatori di ogni età potranno godersi questo spettacolo ma non solo: potranno scoprire come si viveva tra fuochi accesi, arcieri, semplici popolani, musica e strafalcioni, giocolieri e cantastorie, spegnendo la sete con del buon vino speziato, ottima cervogia (birra), acqua mulsa o approfittare della “Taberna de lo viandante” allestita all’interno del parco per assaggiare ottime ricette.
Sarà allestita una mostra mercato con banchi tematici dove poter scoprire oggetti e curiosità medioevali ed il gruppo Sagitta Imperialis esporrà in mostra le macchina da tortura medioevali.
Per rivivere a pieno la storia ed entrare nell’animo di epoche remote sarà possibile parteciparvi anche sensorialmente. Ed ecco che il sapore dei cibi, l’ebbrezza dei vini, l’amicizia condivisa in un banchetto riproporrà un atto importante nella storia dell’umanità. La cena storica, rigorosamente imbandita rispettando l’usanza del tempo e con la presenza illustre dell’imperatore, allietata da musici e giocolieri, verrà allestita nei sotterranei di Villa Badia (a numero chiuso, su prenotazione al numero 3341537951).

Info e programma completo nel sito di In Illo Tempore

mercoledì 24 settembre 2014

San Miniato: origine e sviluppo di un centro toscano

Una giornata dedicata alle origini della Città della Rocca quella organizzata dalla Fondazione Centro Studi sulla Civiltà del Tardo Medioevo. Venerdì 26 settembre 2014, infatti, a Palazzo Grifoni, una serie di illustri storici e studiosi provenienti dalle principali Università italiane, si alterneranno con interventi sul tema “San Miniato: origine e sviluppo di un centro toscano”. L’iniziativa, nata in collaborazione con il Comune di San Miniato e la Fondazione Crsm, prevede una serie di interventi alla mattina, dalle 10 alle 13, e altri il pomeriggio, dalle 14.30 alle 18.
Ad inaugurare il ciclo di contributi è Giorgio Chiottolini, docente dell’Università di Milano, con “Le piccole città dell’Europa medievale”; a seguire Federico Cantini dell’Università di Pisa, parlerà de “Il borgo di San Genesio: origine e sviluppo”; ultimo contributo della mattinata sarà quello di Paolo Tomei dell’Università di Pisa, dal titolo “La nascita di San Miniato al Tedesco”. Il pomeriggio si apre con Guiliano Pinto dell’Università di Firenze che affronterà il tema “San Miniato nel contesto dei centri toscani del basso medioevo”; a seguire Vieri Mazzoni dell’Università di Firenze che parlerà de “La società sanminiatese all’inizio del Trecento”. Si prosegue poi con Mario Ascheri dell’Università di Roma Tre con un contributo su “Il Comune e la città nello statuto del primo Trecento”, per concludere con il contributo di Francesco Salvestrini dell’Università di Firenze con un intervento su “La memorialistica e la storiografia erudita sette-ottocentesca sulla San Miniato medievale”.
Sabato 27 settembre dalle 10 Laura Guiducci, archivista del Comune di San Miniato, curerà una visita all’Archivio storico del Comune di San Miniato, introdotta da Attilio Bartoli Langeli dell’Istituto Storico italiano per il Medioevo.
Per informazioni: Fondazione Centro Studi sulla Civiltà del Tardo Medioevo, via Ser Ridolfo, 3 – www.tardomedioevo.cominfo@tardomedioevo.com – 0571.400458 e 349.2915235.

martedì 23 settembre 2014

"A cena con i Longobardi" a Poggibonsi (SI)

Venerdì 26 settembre 2014 alle ore 20.00, presso il Cassero della Fortezza di Poggibonsi, si svolgerà il secondo appuntamento con "le cene narrate" collegate alla storia ricostruita sulla collina di Poggio Imperiale grazie agli scavi archeologici.
"A cena con i Longobardi" porterà i commensali ad assaggiare cibi e bevande del VII - VIII secolo. Una cena dai sapori antichi nella splendida cornice di Piazza d'Armi, tra piatti di carne, farro e orzo.
L'iniziativa è organizzata dalla società Archeotipo in coordinamento con l'Associazione culturale Started dietro il patrocinio del Comune di Poggibonsi e in collaborazione con Fondazione Elsa, Associazione ProLoco e Al Cassero BeachBar.
Gli archeologi del parco, vestiti con abiti d'epoca, presenteranno le pietanze e parleranno dei Longobardi, delle loro origini e della loro storia. Il costo della cena è di 30€, gratuito per bambini fino ai 12 anni.
La prenotazione è obbligatoria, entro il 24 settembre.
Per info e prenotazioni: 338 7390950 oppure: info@parco-poggibonsi.it.

lunedì 22 settembre 2014

A.D. 1387 Battaglia Terra del Sole

Sabato 27 e domenica 28 settembre 2014 la Compagnia d'arme delle 13 porte e il Borgo Romano vi invitano a Castrocaro Terme (FC) per il grande evento rievocativo A.D. 1387.
All'interno di A.D.1387, sarà rievocata la Battaglia avvenuta nei pressi di Castrocaro nel 1387, sarà possibile visitare gli accampamenti che riproporranno, costumi, armi armature e arredi ricostruiti con un rigore storico molto alto. Durante le due giornate di manifestazione, giullari e musici, intratterranno il pubblico con i loro spettacoli.
Saranno presenti anche espositori selezionati da tutta Europa che proporranno esclusivamente armature, armi e abiti per Re-enactors.

L'evento è aperto al pubblico.
La manifestazione si terrà anche in caso di pioggia. Ingresso Gratuito.

sabato 20 settembre 2014

Terre di Avalon a Castione della Presolana (BG)

Cavalieri, arcieri, dame e falconieri: rievocazione medioevale a Castione della Presolana (BG), organizzata dal Bar Avalon in collaborazione con Turismo Presolana e la Confraternita del Leone.
La manifestazione, dal titolo evocativo “Terre di Avalon”, si terrà sabato 20 e domenica 21 settembre 2014 coinvolgerà il centro storico e il campo sportivo del paese di Castione.
La rievocazione medioevale comincerà con l’apertura della festa presso il “Bar Avalon” in località Rucola. Apertura dei campi di tiro con l’arco, accampamento storico, banchi didattici delle arti e dei mestieri, dimostrazioni di battaglie e duelli, cucina con ricette antiche.
Dalle ore 17.00 sfilata in costume dal campo sportivo con spettacoli nel centro storico.
Per info e programma completo clicca qui !

venerdì 19 settembre 2014

"Una notte per illuminare il medioevo: mangiare e curarsi con le piante" a Perugia

Venerdì 19 settembre 2014, è in programma a Perugia "Una notte per illuminare il medioevo: mangiare e curarsi con le piante",  una visita guidata notturna nell’Orto medievale alla scoperta dell'alimentazione e della medicina dei secoli passati. L’iniziativa, promossa dal Centro di Ateneo per i Musei Scientifici (Cams), si terrà dalle ore 21.30 alle ore 23.30 all'Orto Medievale di San Pietro. Si svolgerà a gruppi di 15 persone, non è necessaria la prenotazione; l’appuntamento all'ingresso secondario dell'Orto medievale, a Borgo XX Giugno in prossimità di Porta San Costanzo.
Come si mangiava e come ci si curava nel medioevo? La visita notturna all’Orto medievale chiarirà due aspetti fondamentali della vita quotidiana di tutti i tempi e di tutte le culture: il cibo e la salute. Vedremo, torce alla mano, come due antiche teorie derivate dalla medicina antica: la teoria delle segnature e la teoria galenica degli umori, condizionarono l’esistenza delle persone fino a poche generazioni fa. Scopriremo infine quanto recenti siano le basi delle medicina e della dietetica come le conosciamo oggi.

giovedì 18 settembre 2014

Il Barbarossa a Medicina (BO)

Si svolgerà venerdì 19, sabato 20 e domenica 21 settembre 2014 la ventiquattresima edizione della «Rievocazione storica del Barbarossa», in programma a Medicina (BO). L'evento ricorda i fatti accaduti nel 1154, con l'arrivo dell'imperatore Federico I di Svevia, detto il Barbarossa, che liberò i territori dal dominio di Bologna. Durante il fine settimana l'intera città si immergerà in un'atmosfera medioevale, grazie ai circa duemila figuranti e artisti che animeranno le piazze, le vie e gli oltre venti punti di ristoro allestiti nel centro storico.
L'evento, organizzato dall'associazione Pro Loco e dal Comune di Medicina, ha il patrocinio della Regione Emilia-Romagna, della Provincia di Bologna e della Stai (Società turismo area imolese).
Già a partire dai primi giorni di settembre a Medicina e Frazioni si terranno incontri pubblici, eventi e feste di preparazione alla Rievocazione.
Nel Castello di Medicina, entro le mura, nei tre giorni di festa: ingresso euro 3 a persona al giorno nei seguenti orari: venerdì dalle 20 alle 24; sabato dalle 17 alle 23; domenica dalle 11.30 alle 21.00.
Ingresso gratuito per i bambini inferiori a mt. 1.30.
Informazioni e programma completo nel sito www.ilbarbarossa.net.