sabato 4 luglio 2015

Luglio Longobardo 2015

Quinta, imperdibile edizione per il “Luglio Longobardo”, la manifestazione storico-rievocativa che si è imposta ormai, grazie alla qualità e alla varietà delle proposte, come uno degli eventi di imprescindibile riferimento per quanto concerne il primo Medioevo italiano. Protagonisti, come sempre, i Longobardi: giunti in Italia a metà del VI secolo, conquistarono gran parte della penisola dando vita a un regno destinato a durare due secoli. Un'esperienza che lasciò ampie tracce anche in Umbria, e a Nocera in particolare: tra le testimonianze archeologiche in assoluto più importanti, infatti, c'è proprio la necropoli che fu scoperta in area “Portone” nel 1897, caratterizzata da ricchissimi corredi oggi esposti al Museo dell'Alto Medioevo di Roma e parzialmente al Museo Nazionale del Ducato di Spoleto.
Il “Luglio Longobardo” si terrà sabato 11 e domenica 12 luglio 2015 nel cuore dell'antico borgo di Nocera Umbra. Il tema di quest'anno è “La donna longobarda tra storia, mito e leggenda”. Per festeggiare il traguardo, importantissimo, della quinta edizione, la manifestazione di quest'anno presenta molte novità rispetto agli anni precedenti e sarà ancora più ricca e interessante. Oltre al campo storico - allestito stavolta nella suggestiva Torre Civica (detta “Campanaccio”) -, il programma prevede infatti un convegno di approfondimento dedicato alla donna longobarda nei suoi molteplici aspetti, una mostra dedicata al sito seriale Unesco "L'Italia dei Longobardi",  una cena a tema e laboratori didattici.
Ancora una volta la parte rievocativa è curata dalla Scuola di Scherma Antica Fortebraccio Veregrense, uno dei piú esperti e rinomati gruppi di re-enactors italiani.
In programma anche laboratori di medicina e scrittura longobarda, condotti dai gruppi ospiti Gens Langobardorum di Salerno e Benevento Longobarda.
Per informazioni e programma dettagliato visita il sito ufficiale dell'evento.

venerdì 3 luglio 2015

Dante Ghibellino 2015

Una tradizione che si ripete dal 1991: torna sabato 4 e domenica 5 luglio 2015 a San Godenzo (FI) il “Dante Ghibellino”. Questa manifestazione rievoca il convegno del 1302, che si è svolto proprio all’interno dell’Abbazia di San Godenzo. A questo particolare incontro, parteciparono i Ghibellini ed i Guelfi bianchi cacciati da Firenze, che meditavano vendetta e volevano tornare in città. Fra loro anche Dante Alighieri, che viveva in esilio in Casentino, il poeta, poi in alcune sue opere parlerà proprio del territorio di San Godenzo: dalle cascate dell’Acqua Cheta alla “Gorga nera”, che avrebbe addirittura ispirato l’”Inferno”.
Partendo da queste premesse il Comune di San Godenzo (FI) con la collaborazione della Proloco Valle del Falterona offrirà a tutti i visitatori un salto nel passato, un vero e proprio ritorno al Medioevo con spettacoli, rievocazioni storiche, la tradizionale cena medievale, ma anche momenti culturali di grande livello.
Entrando nel particolare sabato prossimo, 4 luglio, alle 17,30 ci sarà la cerimonia di apertura e subito alle 18,00 all’interno dell’Abbazia, il primo momento culturale “Dante in dialogo con Firenze” spettacolo con atto unico di Don Vincenzo Arnone. Subito dopo, a partire dalle 19,30 in piazza Don Bosco ci sarà le cena medioevale, con intrattenimento a tema con piatti presi direttamente dalle tradizioni del periodo (prenotazioni ai numeri 0558373826-3202367024). Alle 21,30 per le via del paese ci sarà la Rievocazione storica con i gruppi “Dante Ghibellino” di San Godenzo, Sant’Onofrio di Dicomano, “Del vino e del Contado” di Rufina e “Castel Sant’Angelo” di Pontassieve. Successivamente ci sarà la consegna del Premio Dante Ghibellino 2015 che andrà a Romolo Paolinelli per le attività svolte nel territorio ed in particolare per la frazione di Castagneto.
Infine ci saranno le esibizioni dei “Bandierai degli Uffizi del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina”, dei “Giullari dell’Allegra Brigata” e dei Tamburini del Gruppo Storico “Dante Ghibellino” di San Godenzo.
Domenica alle 17,00, sempre all’interno dell’Abbazia Benedettina, un nuovo momento culturale “Cenni storici: sul convegno dei fuoriusciti guelfi e ghibellini tenuto nell’Abbazia di San Godenzo nell’anno 1302” a cura di Alessandro Caprilli, subito dopo ci sarà la “Lectura Dantis” di Franco Lotti. In serata dalle 19,00 in poi si potrà cenare all’Osteria Bruciata ed alle 21,30 chiusura della festa con l’esibizione dei “Giullari dell’Allegra Brigata” ed i Tamburini del gruppo storico “Dante Ghibellino”.

giovedì 2 luglio 2015

Pace di Ghemme

Si terrà sabato 4 e domenica 5 luglio 2015 l'ottava edizione della "Pace di Ghemme", rievocazione storico-gastronomica della Pace tra gli Sforza e i Savoia siglata verso la fine del 1467 proprio nello storico Castello Ricetto ghemmese, oggi scenario della manifestazione organizzata  e promossa dall'Associazione Vexpolina.
Per due giorni la cittadina patria di uno dei più famosi Dogc d'Italia si trasformerà in una  macchina del tempo accesa verso la Ghemme di 500 anni fa, facendo vivere ai viaggiatori un'esperienza sensoriale e in diretta della vita quotidiana e della Storia dell'Italia del basso Medioevo.
Appuntamenti imperdibili della manifestazione la Cena medievale di sabato 4, con menu a base di ricette del tempo, da gustare seduti nelle tavolate nella suggestiva Via Interno Castello dentro al Ricetto (o nelle cantine in caso di pioggia), serviti e attorniati da attori e figuranti, e la Rievocazione storica in costume, prevista per domenica 5, suggestiva rappresentazione teatrale in cinque quadri che racconta i fatti all'origine del Trattato, terminando con corteo solenne e il commovente Te Deum finale di ringraziamento.
Nella giornata di domenica previsto pranzo con menu medievale, degustazioni di prodotti tipici e di vino Vespolina, animazioni con musici, giochi e mestieri popolari e, per i più piccini, laboratori di falegnameria, merende e trucco medievale.
Novità di questa edizione la creazione di pacchetti turistici legati all'evento che includono anche visite alle eccellenze del territorio (cantine, filati di pregio, prodotti enogastronomici e culturali) creati in collaborazione con un tour operator di Genova e fortemente voluti dall'Associazione Vexpolina per sostenere fattivamente la promozione territoriale.
Info e programma completo nella pagina Facebook !

mercoledì 1 luglio 2015

XX° Campionato umbro di tiro con la balestra antica

Gualdo Tadino (PG) ospiterà domenica 5 luglio 2015 in piazza Martiri della Libertà il XX° Campionato umbro di tiro con la balestra antica. La manifestazione è organizzata dalla Compagnia Balestrieri Waldum con il patrocinio dal Comune di Gualdo Tadino.
A contendersi il titolo regionale saranno le cinque compagnie umbre appartenenti alla Lega italiana di tiro con la balestra antica da banco: Gruppo Armata Medievale della città di Amelia, Compagnia balestrieri di Assisi, Compagnia balestrieri “Waldum” di Gualdo Tadino, Compagnia balestrieri di MontefalcoCompagnia balestrieri di Norcia.
I balestrieri in gara indosseranno costumi medievali e con riproduzioni fedeli di balestre quattrocentesche.
Per domenica prossima il programma prevede alle 8,30 il ritrovo in piazza Martiri e alle 9,30 l’inizio dei tiri di prova e punzonatura delle verrette. Alle 12,30 il pranzo per i balestrieri presso la taverna di San Martino. Nel pomeriggio breve corteo che muoverà dalla taverna di San Benedetto e alle 16,30 l’inizio delle gare. La cerimonia di premiazione è prevista per le ore 19,00.
Gareggeranno dodici balestrieri per compagnia secondo il regolamento Litab e la competizione si suddividerà in due specialità: tiro a squadre su bersaglio piano e tiro individuale su tasso o corniolo.

martedì 30 giugno 2015

"Monteriggioni di torri si corona" XXV edizione

Torna l'appuntamento con la Festa Medievale di Monteriggioni, un tuffo tra il XIII e il XIV secolo, nel castello dalle secolari mura ricordate da Dante. "Monteriggioni di torri si corona" compie quest'anno 25 anni, che verrano "festeggiati" con due fine settimana (3-4-5 e 10-11-12 luglio) di rievocazioni con figuranti in costume, fiaccole, giochi di fuoco, artigiani, armati e poeti itineranti che animano le vie del Castello.
Il direttore artistico della Festa, Marco Valenti: «L'edizione 2015 avrà un calendario fitto di eventi con l'obiettivo che il Castello non resti mai in silenzio ma ci sia sempre musica e occasioni per far divertire i visitatori». «Questa è l'edizione della svolta - ha sottolineato Eraldo Ammannati, presidente di "Monteriggioni AD 1213" - in cui abbiamo puntato sulle famiglie e sui bambini creando spazi ad hoc per loro e sul recupero degli antichi mestieri. Tra le novità l'aver dato spazio a un Paese europeo, la Francia, e a una regione italiana, la Puglia per affiancare le nostre eccellenze a quelle presenti su un palcoscenico nazionale e internazionale».
Tre gli appuntamenti dell'edizione venticinque della Festa del Comune di Monteriggioni per la direzione artistica dell'associazione "AD 1213" e la direzione scientifica di Marco Valenti, un evento celebrativo di apertura e due fine settimana di festa. La festa medievale "Sacro e Profano" si terrà invece all'interno del Castello (3-5 luglio e 10-12 luglio). Tra gli spettacoli il concerto di Angelo Branduardi (10 luglio Castello), le Jonglerie Thierry Nadalini (Castello) e il Teatro del Ramino (Castello).
Le antiche vie del Castello diventeranno così i quartieri degli antichi mestieri con fabbri, ceramisti, correggiai, falegnami, intagliatori, tintori, speziari, cuochi. Tutti in grado di realizzare oggetti sul posto, utilizzando solo attrezzi e strumenti storici pronti a far rivivere l'atmosfera di un mercato basso medievale. Ci saranno, inoltre, la guardia alla porta principale, la ronda sulle mura e all'interno del Castello. Gli armati saranno accampati con proprie tende lungo le mura mentre l'accampamento sarà interamente visitabile anche con valenza didattica. Due gli spazi dedicati ai bambini, oltre alle aree per i commercianti. A fare da sfondo i temi scelti per la festa, spettacoli, scene di vita, episodi, storie, rievocazioni e musiche: storie di vita e di morte, storie di amore, felicità e di odio, spiritualità e materialità in una sola grande rappresentazione popolare.
Info e programma completo nel sito ufficiale della festa.

domenica 28 giugno 2015

"La Contea di Corigliano" presentazione a Corigliano Calabro (CS)

“La Contea di Corigliano” è il titolo del nuovo libro di Riccardo Berardi, giovane storico calabrese, pubblicato da Ferrari Editore. Il volume, largamente basato su un vasto apparato di fonti manoscritte finora inedite, ricostruisce per la prima volta il profilo storico, culturale, economico e sociale, dall’XI al XVI secolo, di Corigliano Calabro (CS).
Il lavoro si svolge su alcuni nuclei principali, come le vicende feudali dai Normanni agli Aragonesi, Corigliano nel contesto delle universitates meridionali tra basso medioevo ed età moderna, l’organizzazione ecclesiale nel territorio dal XV al XVI secolo e altre indagini di documenti e atti notarili, oltre allo studio più approfondito di documentazione inedita. Un lavoro finalizzato a comporre la memoria collettiva di una realtà urbana caratterizzata da molteplici identità.
Secoli di storia ripercorsi attraverso un rigoroso e accurato studio delle vicende che dal lontano basso medioevo hanno contribuito in modo decisivo a formare e plasmare, con varie e complesse modalità, il background  storico di Corigliano come lo conosciamo oggi.
Il volume, realizzato con il contributo dell’Arcidiocesi Rossano-Cariati e della Fondazione Carical di Cosenza, sarà presentato venerdì 3 luglio 2015, alle ore 19:00, presso la Biblioteca “F. Pometti” nel centro storico di Corigliano Calabro (CS). Dopo i saluti di don Santo Aquilino (arciprete di Corigliano) e Tommaso Mingrone (ass. alla Cultura di Corigliano), discuteranno con l’autore Attilio Vaccaro (docente Università della Calabria) e Mariarosaria Salerno (ricercatrice Università della Calabria) che hanno curato rispettivamente l’introduzione e la prefazione del volume.
Riccardo Berardi nasce nel 1988 a Corigliano. E’ dottorando di ricerca in Scienze Storiche presso la Scuola Superiore di Studi Storici della Repubblica di San Marino in co-tutela con l’Université de Nantes (Francia). Cultore della materia in Storia Medievale presso il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università della Calabria, ha perfezionato la sua formazione anche come borsista dell’École Française de Rome. Suoi articoli e saggi sono apparsi su riviste specializzate italiane e straniere. “La Contea di Corigliano” (Ferrari Editore, 2015) è la sua prima pubblicazione.

sabato 27 giugno 2015

"Rocca Medievale 2015" seconda edizione a Rocca di Papa (RM)

Sabato 27 e domenica 28 giugno 2015, presso la Fortezza degli Annibaldi di Rocca di Papa, avrà luogo l’evento "Rocca Medievale II Edizione", in conclusione del progetto, a cura di Accademia Medioevo, realizzato con il contributo della Regione Lazio, Assessorato alla Cultura e alle Politiche Giovanili, Città metropolitana di Roma Capitale, Regione Lazio, in collaborazione con il Gruppo Archeologico Latino per le visite archeologiche.
Il progetto “Rocca Medievale” ha visto in questi mesi il coinvolgimento attivo della popolazione attraverso incontri con la cittadinanza, cicli di conferenze e la partecipazione di oltre 200 alunni delle scuole di Rocca di Papa attraverso percorsi didattici e il concorso “Il Medioevo Immaginato”, al fine di creare valorizzazione culturale, promozione turistica e aggregazione sociale, attraverso la riscoperta del Medioevo.

In conclusione del progetto, la festa “Rocca Medievale - II Edizione”, trasformerà per due giorni la Fortezza degli Annibaldi in un villaggio medievale, che dalle ore 17,00 del 27 giugno fino alla serata del 28 giugno, vedrà laboratori di: teatro, giochi antichi, calligrafia medievale, tessitura e bambole antiche, workshop di danze orientali e medievali, tiro con l’arco, spada medievale, nonché spettacoli di giocoleria e musica antica dal vivo.
Per info e programma completo clicca qui !
Ingresso libero.

venerdì 26 giugno 2015

La Corte della Seta. Torneo Isolani

Sabato 27 e domenica 28 giugno 2015, nobili cavalieri, abili fanti, artigiani, mercanti e popolani ridaranno vita ad un torneo d'arme in un contesto ricostruttivo a cavallo tra il 1380 e il 1410. Nella Splendida cornice di Rocca Isolani (BO) un grande accampamento minuziosamente ricostruito. Nel mercato storico abili artigiani esporranno e mostreranno le lavorazioni di un'epoca così lontana. Momenti di didattica sulle armi e l'artigianato si alterneranno a scene di combattimento e intrattenimento. Non sarà possibile accedere alla manifestazione in abiti storici a meno che non si faccia parte di uno dei gruppi di Re-enactors o dei mercanti invitati.
Info e programma completo nel sito ufficiale dell'evento !
Ingresso Gratuito.


giovedì 25 giugno 2015

Aperture straordinarie della chiesa dei SS. Giovanni e Paolo a Spoleto (PG)

Martirio di Thomas Becket
La chiesa dei SS. Giovanni e Paolo a Spoleto (PG) sarà aperta, da giovedì 25 giugno fino a domenica 28 giugno 2015 e poi durante il periodo del Festival dei due Mondi, da martedì a domenica, dalle 10.30 alle 13.00 e dalle 15.30 alle 18.00. L'apertura è resa possibile grazie al supporto dei ragazzi che prestano servizio civile presso il Comune di Spoleto.
La piccola chiesa sorge nell'area dell'antica Vaita Filittèria, il quartiere bizantino della Spoleto medievale. Fu consacrata nel 1174 e divenne una delle chiese parrocchiali della città; per la sua costruzione furono utilizzate pietre conce e materiale di spoglio di epoca romana. L'esterno, di linee molto semplici, è impreziosito nel muro sinistro da un grande affresco raffigurante la Madonna e quattro Santi datato al XIII-XIV secolo; l'interno è ad aula unica con presbiterio rialzato e cripta, oggi non più accessibile. La decorazione pittorica è riferibile ad un arco temporale compreso tra il XII e il XVI secolo. Particolarmente degno di nota è un affresco ubicato nel muro sinistro che rappresenta il Martirio di Thomas Becket da Canterbury, databile al primo quarto del XIII secolo. La zona presbiteriale, aggiunta nel ‘500, conserva affreschi dello stesso secolo realizzati da Pier Matteo Piergili, prelato e pittore locale.

mercoledì 24 giugno 2015

Nona edizione della Festa Medievale di San Teobaldo a Badia Polesine (RO)

Numerose le iniziative in programma per la nona edizione della festa medievale di San Teobaldo che si terrà sabato 27 giugno 2015 a Badia Polesine (RO).
L’apertura della festa, organizzata dall’associazione Amici di San Teobaldo, è prevista per le 16,00 nel parco Munari in cui sarà presente l’accampamento dell’XI secolo con l’investitura del cavaliere, giochi medievali aperti a tutti, spettacoli di abilità, esercitazioni di spada, tiro con l’arco storico proposto dall’istruttore Sergio Berzolari, la falconeria di Falcon’s Nest di Alberto Lideo di Casalserugo (PD) che esporrà esemplari di aquila delle steppe, gufo reale, falco sacro, poiane di Harris, gufo ibrido Gyr Lanario pellegrino e la scrittura amanuense aperta a tutti con la guida di storici ed esperti.
Per l’occasione il teatro sociale Balzan e l’Abbazia della Vangadizza rimarranno aperti dalle 17,00 alle 19,00. Alle 20.30 da via don Minzoni partirà la sfilata storica che rievoca la consegna delle reliquie di san Teobaldo a Saint Thibault des Vignes. Il corteo, composto da rappresentanti dell’associazione Amici di San Teobaldo e di altre associazioni e gruppi locali e non, comprenderà almeno duecento figuranti in costume medievale. La sfilata da via don Minzoni transiterà per piazza Marconi, via Foro Boario, via san Giovanni, piazza Vittorio Emanuele II, via san Alberto, via degli Estensi e piazza Vangadizza dove avverrà la consegna delle reliquie.
Sarà presente una delegazione del comune di Saint Thibault des Vignes nella cui chiesa sono custodite proprio le reliquie di San Teobaldo partite dalla Vangadizza nel 1075: consegna che è oggetto della rievocazione storica. Al termine delle rievocazione storica e dell’esibizione del gruppo Musici e sbandieratori Arquatesi nel vicino parco Munari si svolgerà la tradizionale degustazione di prodotti locali. In caso di maltempo la festa medievale si svolgerà il giorno dopo, domenica 28 giugno, con lo stesso programma.