sabato 22 novembre 2014

"Braccio da Monone l'Ariete nero" rievocazione a Perugia

Domenica 23 novembre 2014 andrà in scena a Perugia un evento senza precedenti per la città, organizzato dal Rotaract Club Perugia Est e dall’associazione culturale I Bracceschi, per rievocare la “presa di Perugia” da parte di Braccio da Montone.
Coinvolgerà oltre 250 figuranti in abiti d’epoca provenienti da tutto il Centro Italia.
Tutto inizierà alle ore 15 a Porta San Pietro (Corso Cavour) con un corteo storico di oltre 250 figuranti in abiti d’epoca, che fra esibizioni di sbandieratori e disfide di tamburini accompagnerà Braccio a prendere possesso della città dopo la vittoriosa battaglia di Sant’Egidio del 1416 contro Carlo Malatesta, difensore di Perugia in nome dello Stato della Chiesa.
Seguirà alle ore 16, davanti alla Fontana Maggiore, una battaglia tra varie compagnie d’armi, secondo tecniche di combattimento medioevale fedelmente ricostruite fin nei minimi particolari.
Partecipano gli Arcieri de Varano e una delegazione della “Corsa alla Spada” di Camerino, la Militia Bartholomei, i tamburini e una delegazione di Castelraimondo, i Lupi di Ventura e i Balestrieri di Città di Castello, gli sbandieratori di Gualdo Tadino, una delegazione di Montone, una delegazione di Spoleto, il Terziere Matiggia di Trevi, i Tamburini e una delegazione di Visso e una la delegazione di Anghiari.
Per concludere, alle ore 17, andrà in scena il “Processo storico” a Braccio da Montone. Uno dei più noti condottieri italiani del ‘400, che secoli dopo Alessandro Manzoni ricorderà ne Il Conte di Carmagnola con una frase tanto poetica quanto chiara nel descriverne la fama immortale: “Braccio, che per tutto ancora, con maraviglia e con terror si noma”.
La Sala dei Notari si trasformerà in un Tribunale e un collegio di veri magistrati giudicherà il signore di Perugia.
Al termine del dibattimento, come ormai da consuetudine, il pubblico intervenuto sarà chiamato ad emettere il suo verdetto, votando la colpevolezza o l’innocenza dell’imputato mediante biglie bianche e nere che saranno fornite all’ingresso. Successivamente il Collegio Giudicante emetterà la propria sentenza secondo la legge.
Il Pubblico Ministero sarà rappresentato dal Dott. Sergio Sottani, Procuratore Capo della Procura della Repubblica di Forlì; il difensore dell’imputato sarà l’Avv. Franco Libori; i componenti del Collegio Giudicante saranno il Prof. Avv. David Brunelli, Professore Ordinario Diritto Penale all’Università di Perugia, il Dott. Daniele Cenci, Magistrato del Tribunale di Perugia, la Dott.ssa Nicla Flavia Restivo, Magistrato del Tribunale di Perugia; garante del processo sarà il Notaio Dott. Luigi Sconocchia Silvestri.
Info e programma completo nel sito ufficiale dell'evento. Segui l'evento su Facebook.