venerdì 20 ottobre 2017

L’abbazia di Pomposa. Un cammino di studi all’ombra del campanile

Quattro anni dopo l’intensa e proficua giornata di studi che riunì a Pomposa storici e rappresentanti istituzionali, sabato 21 ottobre 2017 alle ore 15,00 nella Sala delle stilate la storia della millenaria abbazia rivivrà in occasione della presentazione degli atti di quel convegno, oggi raccolti nella pubblicazione "L’abbazia di Pomposa. Un cammino di studi all’ombra del campanile".
L’iniziativa potrà contare sul contributo di Sonia Cavicchioli, storica dell’arte e del collega Riccardo Parmeggiani, storico medievale, entrambi in forza all’Università Alma Mater di Bologna e finora non direttamente coinvolti negli studi in questione. “Si tratta di una precisa scelta di Sabina Magrini, direttrice del Segretariato del Mibact Emilia Romagna – spiega Bornazzini -, nell’intenzione e nel tentativo di stimolare studiosi diversi da quelli che finora hanno contribuito, intravedendo in loro nuova linfa per l’approfondimento della storia pomposiana”.
Proprio Sabrina Magrini sarà presente sabato 21, e con lei il direttore del Polo Museale del Mibact Emilia Romagna Mario Scalini, lo scriptor latino della Biblioteca Vaticana Antonio Manfredi e la storica archivista Corinna Mezzetti, protagonista lo scorso aprile a Pomposa della presentazione degli antichi carteggi relativi all’Abbazia. Doverosa menzione da parte di Bornazzini – accompagnato dal vice presidente di Caput Gauri Nevio Fabbri – anche per Paola Monari, “per le energie spese per questa pubblicazione” e per la segretaria generale del Mibact Carla di Francesco.
“Finalmente abbiamo raggiunto il traguardo della pubblicazione, una raccolta che arricchisce la già sostanziosa bibliografia di Pomposa, un monumento di fama internazionale da secoli oggetto di grande attenzione da parte di esperti e studiosi” ha commentato il sindaco di Codigoro Alice Zanardi, non dimenticando di riconoscere a Caput Gauri il fondamentale “contributo alla crescita di un monumento che è un nostro vanto”.

giovedì 19 ottobre 2017

Di pietra in pietra nella Pisa medievale

Sabato 21 ottobre 2017 una visita guidata attraverso la Pisa medievale: verranno approfondite alcune delle principali chiese della città, combinando l’osservazione scientifica dei materiali da costruzione con informazioni storiche e archeologiche.
San Sisto, San Frediano e la Cattedrale: alla scoperta della storia di queste chiese, dall’approvvigionamento dei materiali lapidei alla loro realizzazione.
Combineremo l’osservazione scientifica dei materiali da costruzione con informazioni storiche e archeologiche, contestualizzando gli edifici osservati nel tessuto urbano medievale originario (XI – XIII secolo).
Osservando le tecniche murarie, la posa in opera dei materiali, il succedersi delle fasi costruttive, scopriremo che le pietre hanno molto da raccontare.
Durata : 2 h circa
Costo: 12 euro, 8 ridotto per studenti.
Ritrovo: Piazza San Frediano (Pisa) ore 15.20; partenza del tour: ore 15,30. PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA; contattare i numeri 388 7551474 – 339 6836352 o scrivere a natourarte.pisa@gmail.com, www.natourartepisa.it.

martedì 10 ottobre 2017

Il cuore e il pugnale. Clemenza di Catanzaro e il Meridione normanno

Il romanzo storico “Il cuore e il pugnale. Clemenza di Catanzaro e il Meridione normanno”, del calabrese Massimiliano Lepera al Tropea Festival 2017 martedì 10 ottobre 2017 alle ore 16,00. Continua a mietere enormi consensi e successo il romanzo storico del catanzarese Massimiliano Lepera, giovane docente di italiano, latino e greco. “Il cuore e il pugnale. Clemenza di Catanzaro e il Meridione normanno”, edito nel 2016 dalla 13 Lab Edition, dimostrazione pratica dell’enorme passione dello scrittore per la storia e per la propria terra, la Calabria, a cui è fortemente legato, sarà infatti presente al Tropea Festival, l’importante rassegna nazionale giunta alla VI edizione.
La sua prima uscita pubblica, presso la Biblioteca De Nobili di Catanzaro, alla presenza dell’associazione storica Mirabilia, ha fatto in modo che da quel momento in poi fosse conosciuta ovunque l’appassionante e rivoluzionaria figura di Clemenza di Loritello, contessa di Catanzaro nell’XI secolo, periodo nel quale il romanzo di Lepera è ambientato, nel mezzo del dominio normanno in tutto il sud Italia. Una donna, come raramente accade, si configura come protagonista non solo di un’opera, ma soprattutto di un periodo storico ricco di tensioni, delitti, intrighi, guerre e sotterfugi, qual è il Medioevo.

venerdì 29 settembre 2017

Il nemico: 732. Carlo Martello sconfigge gli Arabi a Poitiers

Domenica 1 ottobre 2017 alle ore 11 al Teatro della Corte di Genova proseguono le Lezioni di Storia sull’Invenzione dell’Europa, a cura del Teatro Stabile di Genova e di Laterza Editori.
Dopo il grande successo della prima conferenza che ha visto oltre 400 partecipanti, il secondo appuntamento avrà come titolo “Il nemico: 732. Carlo Martello sconfigge gli Arabi a Poitiers”. Prima di Maometto gli Arabi erano uno dei tanti popoli del Vicino Oriente. Con la nascita dell’Islam e le grandi conquiste, questo popolo dilaga conquistando la Spagna e avanzando in Francia. La vittoria di Carlo Martello a Poitiers nel 732 segna la fine della loro espansione. Uno storico dell’epoca scrive che è una vittoria degli “europei”: è la prima volta che questo termine viene usato per indicare gli abitanti della parte occidentale, cristiana e cattolica del continente.
La lezione è condotta dallo storico Alessandro Barbero, docente di Storia Medievale presso l’Università del Piemonte Orientale di Vercelli.
Ingresso €7, Ridotto €5; Abbonamento a tutti gli incontri €24.
L’iniziativa è realizzata sotto l’alto patrocinio del Parlamento Europeo.
Per il programma completo delle Lezioni di Storia clicca qui !

giovedì 28 settembre 2017

Pellegrini, avventurieri e mercanti sulle strade del medioevo

Un ciclo di incontri sui temi della Via Francigena e degli itinerari storici in programma dal 30 settembre al 28 ottobre 2017 al Museo della Casa del Boia di Lucca.
Il Museo Casa del Boia torna a parlare alla città con un nuovo ciclo di incontri culturali dedicati al tema della Via Francigena, che arricchirà le iniziative del Museo inserendosi nella più ampia cornice del settembre lucchese. Promossa da Terzo Millennio onlus e da Cooperativa idea, l'iniziativa si avvale del contributo di Arvo – Archivio Digitale del Volto Santo, e di professionisti e studiosi lucchesi attivi sul territorio.
A partire dal 30 settembre, con cadenza settimanale, si terranno presso la sala polivalente del Museo sei incontri che introdurranno ai temi della Via Francigena e degli itinerari storici, narrati attraverso le esperienze e le conoscenze dei relatori. Gli incontri, pensati per coinvolgere un pubblico ampio e vario, saranno un'occasione di confronto e di riflessione sul ruolo della nostra città nella valorizzazione del suo importante patrimonio storico, archeologico e paesaggistico legato ad itinerari e personaggi di grande fascino.
L'iniziativa prevede una quota di partecipazione di 6 euro per ogni singolo incontro, che comprende l'ingresso al museo e la distribuzione di materiale informativo e didattico sui temi affrontati. Per i soci di Terzo Millennio è possibile partecipare all'intero ciclo di incontri al prezzo di 25 euro - la quota per i non soci è di euro 30. E' vivamente consigliata la prenotazione allo 0583.496554 – info@viafrancigenaentrypoint.

mercoledì 27 settembre 2017

Federico II, l'Università, la cultura di corte

«Ad scientiarum haustum et seminarium doctrinarum», ovvero «alla fonte delle scienze e al vivaio dei saperi» è l'iscrizione che campeggia sul frontone dell'ingresso della sede principale dell'Università di Napoli. Non si tratta solo di un motto suggestivo o retoricamente evocativo: è un monito identificativo, che, richiamando l'antichità dell'istituzione, vuole ricordare il valore della tradizione e, al contempo, l'importanza della cultura.
Il 29 settembre (festa di san Michele) fu il giorno in cui iniziarono le attività dello studium di Napoli, fondato dall'imperatore Federico II di Svevia nel 1224. La stessa data offre l'occasione per celebrare le origini della lunghissima storia di quella che può essere considerata l'università ‘statale' più antica del mondo. Al contempo, l'incontro scientifico vuole ricordare la figura e l'opera del suo fondatore, che presso la sua corte fu capace di accogliere e far sviluppare mirabilmente tradizioni culturali varie e innovative, tali da incidere indelebilmente sullo sviluppo della letteratura, della filosofia e delle arti dei secoli successivi.
Alle ore 9,00 nell'aula De Sanctis della sede storica dell'Ateneo federiciano, in corso Umberto I 40, introduce i lavori Gaetano Manfredi, Magnifico Rettore dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, Emmanuele Francesco Maria Emanuele, dell'Università degli Studi Suor Orsola Benincasa; presiede Arturo De Vivo, Prorettore dell'Università degli Studi di Napoli Federico II. Interverranno studiosi di respiro internazionale. Il programma dettagliato con tutti gli interventi è allegata.
Nella giornata di studio, che si svolgerà col sostegno della Fondazione 'Terzo Pilastro - Italia e Mediterraneo', sarà presentata la ristampa anastatica del volume di Giovanni Giuseppe Origlia, Istoria dello studio di Napoli, Napoli 1753, pubblicata dalla Editoriale Scientifica.
Per scaricare il programma completo in formato PDF clicca qui !

sabato 9 settembre 2017

Termoli Medievale

Domenica 10 settembre 2017 si svolgerà a cura della Pro Loco di Termoli l’evento Termoli Medievale. «Sarà un tuffo indietro nel tempo – spiegano gli organizzatori - che inizierà alle ore 18,00 con il corteo storico denominato dai Normanni agli Angioini in virtù di accadimenti e personaggi legati a Temoli e al Basso Molise in quel periodo storico. Il corteo partirà da piazza Vittorio Veneto e percorrerà Corso Nazionale, via Roma ed entrerà nel borgo medievale dove dame, cavalieri, armigeri, artisti di strada, sbandieratori, musici e danzatrici faranno rivivere l’atmosfera di temi lontani».
Prenderanno parte all’evento sbandieratori e musici città di Lucera, il Gruppo storico città di Guglionesi, Gruppo falconieri Usconium Guglionesi, Ordo Cavalieri Termole, Pro Loco Termoli, Contrada Torre dell’Astrologo città di Manfredonia, Gruppo storico regina I D’Angiò Collotorto, Associazione Liu.Bo Lucera e Archeo club Termoli.

giovedì 7 settembre 2017

Festa Medioevale di Cassine (AL)

La XXV Edizione invita a un'esperienza di Living History.
In una giornata la Festa Medioevale di Cassine presenta l’autenticità di un’epoca misteriosa del nostro passato: il mercato sulla piazza del borgo medioevale, l'intrattenimento e il combattimento sul sagrato della millenaria Chiesa di San Francesco, attimi intrisi di fantastica atmosfera.
Per tutta la durata della manifestazione, la piazza del Municipio sarà animata da scene di vita quotidiana tipiche di fine XIV secolo ed inizio XV secolo. Vivrete un'esperienza immersiva forte ed unica, nella splendida cornice dell'antico borgo di Cassine.
Il Solstizio d'Estate proposto dalla compagnia Teatro dell'Aleph, ripercorrerà la antica lotta tra bene e male, luce e oscurità. La ricostruzione teatrale con streghe e cavalieri, personaggi delle leggende più suggestive legate a miti e superstizioni coinvolgerà lo spettatore nelle storie tramandateci dalla fine dell’anno Mille. Non mancheranno gli intermezzi musicali con i Sonagli di Tagatam, gli scherzi buffi e l’arte della giocoleria, grazie alla divertente maestria di Milfo lo Buffon Giullare del feudo di Chieri.
Il mercato punto d'incontro e di scambio per eccellenza, sarà colmo di attrazioni ad alta caratterizzazione. Come nell'antica tradizione, gli antichi mestieri e le mercanzie artigianali dell'epoca sapranno catturare l'attenzione dei partecipanti. La bottega di Merlino con le antiche pozioni custodite da un drago completa il quadro tra didattica e curiosità.
Per maggiori informazioni e programma completo visita il sito ufficiale della Festa !